Non, je ne regrette rien

 

(No, io non rimpiango niente)

 

di

 

Édith Piaf

 

 

 

No! Niente di niente ...
No! Io non rimpiango niente
Né il bene che mi è stato fatto
Né il male, non me ne importa niente!

No! Niente di niente ...
No! Io non rimpiango niente
È pagato, spazzato via, dimenticato
Me ne infischio del passato!

Con i miei ricordi
Ho acceso il fuoco
I miei dispiaceri, i miei piaceri
Non ho più bisogno di loro!

Spazzati via gli amori
Con i loro tremolii
Spazzati via per sempre
Io riparto da zero ...

No! Niente di niente ...
No! Io non rimpiango niente
Né il bene che mi è stato fatto
Né il male, non me ne importa niente!

No! Niente di niente ...
No! Io non rimpiango niente
Perché la mia vita, perché le mie gioie
Oggi, cominciano con te!

 

 

 

 

No, non rimpiango niente. Niente di tutto ciò che è accaduto, perché mi è servito d’esperienza, d’esperienza per tutto, per poter esprimere, sentire tutti i sentimenti, perché sono passata un po’ attraverso tutte le esperienze, e quindi so quello che dico; e bisogna sapere ciò che si dice, quando si canta, per farlo comprendere agli altri o, cosa molto più difficile, perché gli altri vi comprendano.

 

Édith Piaf

(1915-1963)

 

 

 

Un omaggio alla canzone in una versione strumentale
tratta dal film “Il gusto degli altri” (2000) di Agnès Jaoui


 

           
Poesia e musica ~ Menu principale