(segreto scorrere)

di

Vicente Valero

Questo sentiero ci sfugge e sembra
non finire mai. Così è la sera,
la direzione del sole e la fatica
di tutti i seminati. Il paesaggio
ci fa vedere il suo volto nascosto,
la sua distanza più debole, la sua promessa
sul punto di rompersi ogni giorno.

Il tempo che ci rimane è molto prezioso,
e la sua impronta deve rimanere,
pulita e nuda, adesso, dentro la tela.
Arriva la notte e la sua venuta è sempre
più di un colore: un sentimento
molto puro e pericoloso. Il giorno
che perdiamo, la luce ormai appena visibile:
spesso sono solo ombre
che chiedono di essere trattate
con speciale dedizione, guardando
un po
più in là della loro tristezza,
del loro argomento finale.

Perché quello che cerchiamo
finalmente è qui, nello scorrere segreto,
innamorato e dolce, del paesaggio,
nel suo inconscio in pace
e luminoso.

 

Immagine: “Sera sulla prateria” (1870), di Albert Bierstadt

 

Elaborazione grafica a cura di Poesie in forma di rosa

 

 

(secreto fluir)

 

Este camino se nos va y parece

que no termina nunca. Así es la tarde,

la dirección del sol y la fatiga

de todos los sembrados. El paisaje

muestra su rostro oculto,

su distancia más débil, su promesa

a punto de romperse cada día.

 

El tiempo que nos queda es muy valioso,

y ha de quedar su huella,

limpia y desnuda, ahora, lienzo adentro.

Viene la noche y su venida es siempre

más que un color: un sentimiento

muy puro y peligroso. El día

que perdemos, la luz apenas ya visible:

son sólo sombras muchas veces

que piden ser tratadas

con especial dedicacíon, mirando

un poco más allá de su tristeza,

de su argumento último.

 

Porque lo que buscamos

está por fin aquí, en el fluir secreto,

enamorado y dulce, del paisaje,

en su inconsciente en paz

y luminoso.

 

 

                           

Menu principale ~ Poesia ispanica